Flai Cgil Emilia Romagna

False cooperative, appalti illeciti, caporalato e somministrazione illegale di manodopera nel settore della macellazione, lavorazione e trasformazione delle carni

Home
Seguici su Facebook
 
Le inchieste
il Paese del maiale
Rassegna stampa
 
Rapporto Agromafie
La depenalizzazione
Iniziative FLAI CGIL

 

Il caso Citterio
Il caso Castelfrigo
Il caso Alcar Uno
Il caso INALCA
Il caso SUINCOM
L'OMICIDIO
Il caso LIBERA
Il caso ITALPIZZA
Il caso Mec Carni
Il caso Work Group
Il caso Italcarni
Il caso Esselunga
Il CRAC PowerLog
Il caso PowerLog
Prosciutti e salumi
Coop e caporalato
Somministrati
Norme calpestate
Reggio Emilia
Foto
Info
 

Skype Me™!

 

Gli "schiavi" delle false cooperative a pranzo

La qualità delle produzioni si vede anche dalla qualità del trattamento di questi lavoratori! Anche gli animali hanno normative che disciplinano il loro benessere, definito, appunto, "benessere animale". I lavoratori presenti in queste aziende, certificate socialmente ed eticamente, con tutte le ISO presenti su questa terra, mangiano in queste condizioni.

Qui vengono inserite alcune immagini di soci lavoratori durante la pausa pranzo, in alcune aziende presenti nella zona alimentare di Castelnuovo R (MO)

 

.

 

Google