Flai Cgil Emilia Romagna

False cooperative, appalti illeciti, caporalato e somministrazione illegale di manodopera nel settore della macellazione, lavorazione e trasformazione delle carni

Home
Seguici su Facebook
 
Le inchieste
il Paese del maiale
Rassegna stampa
 
Rapporto Agromafie
La depenalizzazione
Iniziative FLAI CGIL
Osservatorio Diritti

 

Il caso Citterio
Il caso Castelfrigo
Il caso Alcar Uno
Il caso INALCA
Il caso SUINCOM
L'OMICIDIO
Il caso LIBERA
Il caso ITALPIZZA
Il caso Mec Carni
Il caso Work Group
Il caso Italcarni
Il caso Esselunga
Il CRAC PowerLog
Il caso PowerLog
Prosciutti e salumi
Coop e caporalato
Somministrati
Norme calpestate
Reggio Emilia
Foto
Info
 

Skype Me™!

 

 

Osservatorio dei diritti

Nuovo caporalato e cooperative fantasma

Il "nuovo caporalato", o caporalato degli appalti nel settore agroalimentare, è un fenomeno sempre più diffuso in Emilia Romagna. Secondo il segretario generale regionale della Flai-Cgil, Umberto Franciosi, la situazione sta diventando «drammatica». A dimostrarlo ci sono i numeri e le operazioni della Guardia di Finanza

Cristina Maccarone [Leggi]


Osservatorio dei diritti

Caporalato e macellazione carne: cosa c’è dietro al cotechino di Natale

In alcuni casi i salumi arriveranno sulle nostre tavole a Natale attraverso appalti illegali, contratti irregolari e giornate lavorative di 13 ore. Negli impianti di macellazione della carne si diffonde il nuovo caporalato. La denuncia arriva dalla Flai Cgil dell'Emilia Romagna. Cristina Maccarone [Leggi]