Flai Cgil Emilia Romagna

False cooperative, appalti illeciti, caporalato e somministrazione illegale di manodopera

nel settore della macellazione, lavorazione e trasformazione delle carni

Home
Le inchieste
il Paese del maiale
Rassegna stampa
 
Rapporto Agromafie
Iniziative FLAI CGIL

 

Il caso Castelfrigo
Il caso Alcar Uno
Il caso INALCA
Il caso SUINCOM
L'OMICIDIO
Il caso LIBERA
Il caso ITALPIZZA
Il caso Mec Carni
Il caso Work Group
Il caso Italcarni
Il caso Esselunga
Il CRAC PowerLog
Il caso PowerLog
Prosciutti e salumi
Coop e caporalato
Somministrati
Norme calpestate
Reggio Emilia
Foto
Info
 

Skype Me™!

 


Ecco perchè i salami che mangiate fanno male ai lavoratori

“Un’organizzazione del lavoro che si basa solo sullo sfruttamento: adesso ci sono le prime esplosioni di protesta, ma le cose peggioreranno. E stiamo parlando dei migliori salumi che vengono prodotti in Italia” [leggi]


Comparto macellazione, lavorazione e trasformazione delle carni: Siamo vicino all'esplosione!

Dal caso Alcar Uno, Globalcarni e non solo: è  bene che chi ha la responsabilità politica, comprese le associazioni d'impresa, dicano basta alla degenerazione in atto nel settore.

Anche le grande imprese salumiere, che si riforniscono di materia prima nel distretto modenese, si devono assumere le loro responsabilità. [ascolta]

22 novembre 2016 - Intervista a Umberto Franciosi, segretario generale Flai Cgil Emilia Romagna


Appalti nella lavorazione delle carni: intervento di Marco Bottura, Flai Cgil Modena

Intervento, del segretario generale della Flai Cgil di Modena, al convegno della Fondazione Biagi su "Gli appalti nel settore della macellazione e lavorazione carni: analisi, bilanci, scenari" [guarda]


Il caporalato delle false cooperative nei macelli modenesi e italiani. Cartabianca RAI 3, Bianca Berlinguer: "Mentre il Paese si dilania nelle sorti del 4/12 ecco come il caporalato continui a diffondersi non solo nelle campagne del sud. Non ci può essere riforma della Costituzione che non tenga conto delle sofferenze dei cittadini" [guarda]


IL CAOS E LA TENSIONE NELLA FILIERA DELLE CARNI SI RISOLVE SE SI RICONOSCE IL VERO PROBLEMA: LE DIFFUSE ILLEGALITA’ NEGLI APPALTI

La filiera della macellazione e trasformazione delle carni, in tutto il territorio nazionale, ha sicuramente un problema di tipo competitivo che è causato dal basso prezzo della materia prima importata dall’Unione Europea, ma anche da una forte concorrenza sleale che sta dilagando fra le imprese del settore, compresi molti salumifici. [leggi]


DISTRETTO DELLE CARNI DI MODENA: DOPO DIECI ANNI DI SEGNALAZIONI, DENUNCE E INCHIESTE LA DEGENERAZIONE CONTINUA

FALSE COOPERATIVE E CAPORALATO

DISTRETTO ALIMENTARE MODENESE: la degenerazione di un sistema produttivo strategico per l'economia modenese ed italiana

Scritto nel 2006, ma ancora, dopo dieci anni (purtroppo) ancora attuale

 

 


Cariche della polizia sui manifestanti all’Alcar Uno di Castelnuovo R. (MO)

La peggior risposta che le istituzioni potevano dare nella vertenza Alcar Uno  di Castelnuovo Rangone (MO) è proprio quella che hanno dato oggi: manganello e lacrimogeni.

Nella lavorazione delle carni, a Modena come in tutta Italia, c'è un problema di legalità [continua]

Presentazione del 3° rapporto agromafie dell'Osservatorio Placido Rizzotto

 approfondimento sul distretto alimentare modenese

Modena, 4 novembre 2016

 
Servizio del TG3 Emilia Romagna
 
Servizio del Teleradiocittà Modena


IL CASO INALCA (GRUPPO CREMONINI), MEGLIO CONOSCIUTO CON IL MARCHIO MONTANA, IL CONSORZIO EURO 2000 E "L'ARABA FENICE" GESCAR L'eutanasia del Consorzio Euro 2000, "dopo quindici anni di passione", INALCA e Consorzio, divorziano e i 900 soci lavoratori vengono assunti in una impresa interinale per sei mesi, poi l'assunzione con le tutele crescenti del Jobs Act (senza articolo 18) e con la decontribuzione in un'impresa, la GesCar, controllata da dirigenti della stessa INALCA. Ora se ne occuperà il Tribunale di Modena, ovviamente prescrizione e indifferenza mediatica permettendo. [Per approfondire]

"I furbetti del Jobs Act alla resa dei conti"


FILIERA DELLE CARNI: LETTERA APERTA DELLA FLAI CGIL EMILIA ROMAGNA AL MINISTRO POLETTI E GUIDI, IN MERITO ALLA CONCORRENZA SLEALE CHE SI STA GENERANDO CON L'IMPIEGO DELLE FALSE COOPERATIVE NEGLI APPALTI


Servizio de La Gabbia - La7 del 21 settembre 2016. Il servizio descrive esattamente le condizioni di lavoro e di sfruttamento dei lavoratori degli appalti e delle false cooperative


MACELLAZIONE E LAVORAZIONE CARNI: DILAGA LO SFRUTTAMENTO, L’ILLEGALITA’ E L’INDIFFERENZA. UNA MISCELA CHE STA ALIMENTANDO UN PREOCCUPANTE FASCISMO

IL CASO DELLA RIVOLTA DEI FACCHINI DELLE FALSE COOPERATIVE DELLA CASTELFRIGO DI CASTELNUOVO RANGONE (MO)


TV2000. Castelnuovo Rangone Modena, gli schiavi dell’agroindustria

Castelnuovo Rangone in provincia di Modena è il paese del maiale. Un fatturato milionario e migliaia di addetti, fra diretti e indiretti. Nelle cooperative che lavorano in subappalto per le grandi aziende di produzione dell’agroindustria, si annidano i germi del nuovo schiavismo: nessun diritto garantito, contratti 

[guarda]

Siamo uomini o caporali?

Borello (Cesena) iniziativa della Flai Cgil per denunciare il caporalato, quello vecchio e quello nuovo

Alcune testimonianze raccolte da lavoratori sfruttati dai caporali e dalle false cooperative



Distretto modenese lavorazione delle carni: la CGIL mette in campo un "progetto carni" per contrastare la degenerazione del sistema degli appalti e dare più tutela ai lavoratori

CHI PAGA PER I "FURBETTI DELLE COOPERATIVE"? I CAPORALI DELLE COOPERATIVE O LE AZIENDE COMMITTENTI?

No pagheranno, per ora, i più sfigati, i meno potenti, quelli che non hanno santi in Parlamento e nemmeno il diritto di voto: gli "schiavi" delle false cooperative! [leggi]

Tutto alla luce del sole (anche se c'è buio)

Il caporalato raccontato da un'artista. Alcuni pezzi dello spettacolo di Roberto Mercadini, durante l'iniziativa della Flai Cgil di Cesena contro il caporalato, svolta a Borello di Cesena il 21 e 22 ottobre 2016 [guarda]


AL CAPORALATO DEGLI APPALTI E AI "FURBETTI DELLE FALSE COOPERATIVE" IL MINISTERO DEL LAVORO CONTINUA A FARE REGALI. C'E' UNA LOBBY CHE STA LAVORANDO DIETRO ALLE QUINTE?

Un nuovo regalo al sistema degli appalti: la depenalizzazione del reato di somministrazione illecita di manodopera e il tetto di 50.000 euro alla sanzione amministrativa. Il servizio del TG3 Emilia-Romagna, del 28 agosto 2016, con l'intervista a Marco Bottura, segretario della FLAI-CGIL di Modena [guarda]


Quando negli appalti i conti non tornano

QUANDO UN APPALTO NON E’ GENUINO ED INQUINA LA CONCORRENZA LEALE, PEGGIORA LE CONDIZIONI DEI LAVORATORI CON POSSIBILI RICADUTE SULL’ORDINE PUBBLICO E LA COESIONE SOCIALE

In questa pagina evidenziamo come, attraverso un appalto, tramite Consorzi che poi affidano a cooperative ad esso consorziate fasi del processo produttivo, si è in grado di dimezzare il costo del lavoro generando conseguenze pesantissime sui lavoratori e creando delle condizioni di forte concorrenza sleale alle imprese delle stesso settore. [continua a leggere]

SISTEMA APPALTI NELL'AGRO-ALIMENTARE MODENESE: I COSTI ORARI PER FACCHINI E DISOSSATORI SOTTO LA SOGLIA MINIMA DI GARANZIA

ALCAR UNO E GLOBALCARNI: IL "GIOCO DELL'OCA" DEL CAMBIO DI APPALTO!

 



False cooperative

 

"Chiusi nella cella frigo per evitare controlli"

 

La denuncia della CGIL: Quando il lavoro illegale umilia la nostra società e potrebbe portare a vere tragedie

 

L'articolo del Resto del Carlino di Modena del 24 luglio 2014

Gli "schiavi" delle false cooperative a pranzo

La qualità delle produzioni si vede anche dalla qualità del trattamento di questi lavoratori! Anche gli animali hanno normative che disciplinano il loro benessere, definito, appunto, "benessere animale". I lavoratori presenti in queste aziende, certificate socialmente ed eticamente, con tutte le ISO presenti su questa terra, mangiano in queste condizioni.[guarda]


C’è chi deve ridare indietro gli 80 euro di “Renzi”, ma anche chi li prende non avendone diritto. Come? Con i furbetti delle buste paga, negli appalti di manodopera!

Mentre 1,4 milioni di lavoratori italiani devono ridare indietro gli 80 euro di Renzi, perché hanno superato il limite reddituale dei 26.000 o guadagnato meno di 8.000 euro annuali, c’è chi, guadagnando, di fatto, oltre 33.000 euro annuali, li percepisce comunque. Lavoratori, come nell’esempio allegato, che possono guadagnare quasi 2.000 euro netti e, contemporaneamente, mettersi in tasca i famosi 80 euro, nonostante la Legge stabilisca il tetto dei 1400 euro netti. [continua...]

 

Bologna, gli ispettori del lavoro mettono nel mirino anche le false cooperative e accertano 6,2 milioni di imponibile fiscale sottratto.

Qualche bella "perla" scoperta dagli ispettori [leggi]


Come le coop hanno messo le mani sulla Lombardia

I lavori nei padiglioni, le 45mila tonnellate mensili di merci a Malpensa, i lavoratori extracomunitari senza diritti e contributi e le false fatture. Le coop spurie bruciano 800 milioni di euro all'anno in evasione. E hanno messo le mani sulla Lombardia [leggi]


All'indecenza non sembra più esserci nessun limite.

SUPERSFRUTTAMENTO DEL LAVORO E MODERNO CAPORALATO: DA MODENA LA DENUNCIA DI NUOVE "INFILTRAZIONI LEGALI" IN ECONOMIA

il volantino indecente [scarica]

Ministero del Lavoro, confermata e rafforzata la vigilanza per contrastare comportamenti irregolari

"il punto" sulle "Tutele rumene" di Paolo Pagliaro in "Otto e mezzo" di Lilly Gruber

"contratto rumeno", Regione chiede intervento ispettori

La Repubblica. E ora in Emilia c'è chi propone il contratto a "tutele rumene"

Gazzetta di Modena. AAA Affittasi operaio a prezzi stracciatissimi

Corriere Bologna. Agenzia propone "contratto rumeno". CGIL in Procura e il caso finisce a Poletti

Prima Pagina Modena. Intervento dell'On. Paglia (SEL): "Contratti rumeni, il governo doveva agire"


Intervento di Capponi Diego, delegato sindacale seconda impresa europea della lavorazione delle carni suine di Castelvetro (MO), fatto durante l'iniziativa politica dell'IDV a Castelfranco Emilia (MO), in cui parla delle false cooperative [leggi]

Appalti e legalità.

CGIL Modena, 17 febbraio 2015

Intervento di Diego Capponi, delegato RSU FLAI CGIL Modena

Interviste effettuate durante l'iniziativa del 17 febbraio 2015 [ascolta]


La testimonianza di un lavoratore che lavorava per una delle tante false cooperative che scorazzano nel territorio modenese

Come da sua richiesta la pubblico

[leggi]

Consorzio Casalasco e appalti di servizi, una sentenza esemplare

Grande soddisfazione per CGIL Parma, FILT e FLAI provinciali [leggi]

ANCORA MAFIA E CAPORALATO, NON NEL SUD ITALIA, MA A MODENA

Mafia, Modena è tra le città più infiltrate. I clan fanno affari in vari settori ma si tende a minimizzare il fenomeno. Hanno scelto questo territorio per latitare e riciclare. Caporalato e sfruttamento degli immigrati nelle aziende del nostro territorio

Leggi l'articolo pubblicato sulla Gazzetta di Modena del 29 gennaio 2011 [LEGGI]

 

INFILTRAZIONI MALAVITOSE NELL’ECONOMIA MODENESE.
ALCUNE DECISIONI CONCRETE E SOPRATUTTO POSSIBILI

Comunicato stampa della CGIL di Modena [LEGGI]

 

LEGACOOP: «Il rischio mafia inquina il mercato». Infiltrazioni possono esserci nelle false cooperative.

Articolo della Gazzetta di Modena del 2 febbraio 2011 [LEGGI]

Qualche vecchia, ma sempre attuale, notizia

Guardia di Finanza e false cooperative

Raccolta delle operazioni più importanti da parte dell'unico organo dello Stato che cerca di fare qualcosa di concreto contro le false cooperative

[leggi]

 

 

 

 

NON E' UNO SCHERZO!

LA COLOMBIA COME MODENA: FALSE COOPERATIVE CHE NON HANNO NULLA DA INVIDIARE ALLE NOSTRE!

Leggete l'articolo, ignorate per alcuni minuti i riferimenti geografici e questa storia narrata può essere una delle tante presenti qui a Modena! Buona Lettura.

"LA RIBELLIONE DEI CANEROS COLOMBIANI"

[sito internet] [articolo]

 

Modena, dicembre 2008

False cooperative e stipendi cinesi

4.82 € all'ora con "contratti pirata"

[leggi]

 

ASL di Foggia. Luglio 2008

SIAMO AL DELIRIO: SI APPALTA ANCHE IL SERVIZIO DEL 118 A FALSE COOPERATIVE!

Dieci cooperative che hanno in appalto il servizio del 118 a Foggia. La putrida melma delle false cooperative continua la sua inesorabile avanzata in tutti i settori senza nessun contrasto.

 

 

FALSE COOPERATIVE A MODENA: finalmente i controlli e le sanzioni, ma nel settore delle carni ancora stiamo attendendo i controlli annunciati da quasi un anno!

Prime sanzioni da 25 mila euro

DPL, SCOPERTI 30 OPERAI IN NERO

Gazzetta di Modena del 1/4/08

Blitz della DPL in cinque aziende

SCOPERTI 30 DIPENDENTI IN NERO

Resto del Carlino di Modena del 1/4/08

BANCAROTTA, CONDANNATO DIRIGENTE DI COOPERATIVA

Resto del Carlino di Modena 3/4/08

CAPO DI COOPERATIVA DI FACCHINAGGIO PRESO CON 4 CHILI DI HASCISC

Gazzetta di Modena del 3/4/08

 

Il Protocollo firmato il 23 luglio 2007 impegnava il governo ad intervenire sulle cooperative spurie e il dumping contrattuale da esse generato. Il 10 ottobre 2007 viene firmato il "Protocollo cooperazione", ma purtroppo solo generici impegni e rimandi ad osservatori che dovranno osservare ciò che è osservato da tutti da anni! Del contrasto alla somministrazione irregolare e al nuovo caporalato praticamente nulla!

[Testo del protocollo del 23 luglio 2007]

[estratto sulle cooperative spurie]